News

Notizie dal mondo immobiliare

Registrazione contratto preliminare di vendita

Registrazione-preliminare-vendita

Registrazione-preliminare-venditaLa registrazione del contratto preliminare di compravendita immobiliare.

Il contratto preliminare di compravendita deve essere registrato presso l’agenzia delle entrate.

Tale registrazione presenta dei costi, vediamo insieme quali:

– Imposta di registro, in misura fissa, pari ad euro 200,00
– Imposta sulla caparra confirmatoria versata, pari allo 0,5% della stessa
– Imposta sull’acconto prezzo versato, pari al 3% dello stesso
– Marca da bollo da euro 16,00 ogni 4 facciate o 100 righe del contratto preliminare
– Marca da bollo da euro 2,00 per ogni allegato catastale

Questi costi, sostenuti solitamente da parte acquirente, vanno versati con modello F23 dell’agenzia delle entrate, con codice tributo 109T.

Lo 0,5% sulla caparra e il 3% sull’acconto prezzo si recuperano in sede di rogito notarile.

La documentazione necessaria ai fini della corretta registrazione è la seguente:

– n. 3 copie firmate in originale del preliminare
– modello f23 saldato in posta o in banca
– modello 69 compilato e necessario per la registrazione
– documenti di tutte le parti oggetto del preliminare

Bisogna inoltre tenere presente:

– il contratto preliminare deve essere registrato entro 20 giorni dalla stipula
– le marche da bollo devono avere data stessa o antecedente rispetto quella indicata sul preliminare
– la proposta/preliminare con condizione sospensiva ( es: mutuo ), deve essere registrata entro 20 giorni dalla data di stipula
– in caso di ritardo nella registrazione, si può rimediare con il ravvedimento operoso, previsto dall’agenzia delle entrate; tale ravvedimento può essere effettuato solamente fino a quando non si riceve la notifica di sanzione
– sul preliminare di vendita deve essere indicata la certificazione energetica obbligatoria per legge